home contatti e serate classifica link pachanga dj bio interviste libri
Carlito y El Imperio Cubano
Carlito y El Imperio CubanoCarlito con il suo cd singolo "Abandonado" è una delle sorprese che ci regala la musica cubana ballabile in questa primavera 2006. Carlito es un musicista cubano che vive da alcuni anni in Italia, dove è arrivato durante una tournée di un gruppo dal nome "Sonora Caribeña", un' orchestra tradizionale cubana che si esibiva anche nel famoso Cabaret Tropicana all'Avana.
Il tema "Abandonado" è una canzone d'amore, la musica è una salsa molto dolce all'orecchio ma anche molto ballabile.
Effettivamente utilizzo questa canzone già da un paio di mesi nella mia attività di dj e non sono pochi quelli che si avvicinano alla console per chiedere informazioni sull'artista. Il brano tiene la pista e piace al pubblico, è arrangiato da un bravo musicista cubano residente in Italia, Pedro Mena, uno dei *responsabili* di quella *corrente* musicale che da tempo qualcuno chiama "Salsa cubana made in Italy". Io dico in realtà che siamo in buone mani, Pedro Mena non è certo un musicista improvvisato, a Cuba fra le altre cose era il bassista dell'orchestra di Pello El Afrokan, quel gran personaggio cubano che inventò il ritmo "Mozambique", lo stesso ritmo che ha fatto da base a molta salsa a New York a partire da Eddie Palmieri. Carlito invece promette bene, e mentre ascoltiamo e balliamo questa sua bella canzone, lo aspettiamo all'appuntamento più impegnativo di un disco completo.
Carlito y El Imperio Cubano: Abandonado

Cd singolo "Abandonado"

Carlito con Rey Ruiz
Rey Ruiz y Carlito

Intervista a Carlito
di Paolo Pachanga
Maggio 2006
Pachanga
Prima di tutto, chi é Carlito? So che sei arrivato in Italia da Cuba qualche anno fa con quell'orchestra del Tropicana che si chiamava "Sonora Caribeña", raccontami un pò la storia...

Carlito
Si, ho avuto la fortuna di lavorare con La Sonora per un periodo di tre anni e mezzo, fu una delle mie prime esperienze professionali nel mondo della musica.

Pachanga
A Cuba quale è stata la tua formazione musicale? e quali erano i tuoi riferimenti, quale musica ti piaceva?

Carlito
Ho cominciato nell'arte con le lettere, mia grande passione, studiavo drammaturgia, però per la situazione economica a Cuba, incominciai a pensare alla musica, era l'unica via per risolvere quel problema, e così cambiai per il conservatorio Ignacio Servante studiando composizione...A quei tempi ero influenzato da Ruben Blades e Willie Colon, Ray de La Paz, Tommy Olivencia e Cheo Feliciano.

Pachanga
E qual'é la musica e gli artisti che ti piacciono di più nello scenario contemporaneo, sia a Cuba che fuori?

Carlito
Gli artisti che mi piacciono di più sono Los Van Van, Issac Delgado, Manolito Simonet. Dello scenario internazionale, Willie Chirino, Rey Ruiz, Jerry Rivera, Puerto Rican Power...

Pachanga
E con Rey Ruiz che relazione hai, so che siete amici, che ricordi hai di lui?

CarlitoCarlito con Rey Ruiz
Rey e io siamo nati e cresciuti nel quartiere della Lisa all'Avana, la sua casa era a 200 metri dalla mia... molte volte parlavamo della speranza di trionfare nella vita, quando lui, dopo un suo primo viaggio all'estero come cantante, ancora sconosciuto, andò nella Repubblica Dominicana. Al suo ritorno mi disse: "il successo sta fuori di Cuba". Prima di essere il personaggio noto di oggi, ci riunivamo a casa sua, insieme con un altro amico Wilian, che attualmente anche lui vive a Miami, e cantavamo le canzoni che ognuno di noi componeva, in cerca di critiche ed elogi.

Pachanga
Parlami adesso del tuo cd singolo "Abandonado". Ad ascoltarlo risulta una salsa molto melodica e ballabile, sembra fatta su misura per un pubblico non solo italiano, cioé universale, è tuo il numero? Come ti sei ispirato per creare il tema musicale?

Carlito
Abandonado l'ho scritto fra i tram e le strade di Miami, in un'epoca vissuta in quella città. E' il risultato dell'influenza dei musicisti radicati li, e anche del mio amico Rey Ruiz, che mi consigliava di scrivere le canzoni non solo per un pubblico che le balla, ma anche per la gente che gli piace ascoltare la musica.

Pachanga
Anche il testo è tuo? Vuoi spiegare al pubblico il significato di "Abandonado"?

Carlito
Si, tutto è una produzione mia. La storia racconta di un uomo abbandonato da un vecchio amore, che s'incontra con uno nuovo, al quale le chiede aiuto per dimenticare quella brutta esperienza.

Pachanga
"Abandonado" è arrangiato da un musicista cubano d'esperienza, Pedro Mena, che vuoi dire di lui, ti ha aiutato molto a realizzare la tua idea?

Carlito
Pedro Mena è un grande musicista cubano, gli ho affidato il mio tema con la massima fiducia perché con la sua esperienza lo adornasse e lo completasse.

Pachanga
Il cd singolo in realtà esce con 2 versioni della stessa canzone, perché?

Carlito
Realmente è solo una versione, l'altra è la base, così chi la voglia cantare già ce l'ha.

Pachanga
Il tuo è solo un progetto discografico o c'è un'orchestra vera dietro al disco, che magari può essere contrattata per suonare dal vivo? E nel caso come è composta?

Carlito
E' un pezzo di sabor e stile lanciato al mercato a mo' di prova, le intenzioni sono quelle di fare un disco completo. Approfitto qui per ringraziare i musicisti con i quali ho lavorato, per il loro talento e per permettermi di realizzare un opera di questo livello: El Duke (tutta la percussione); Pedro Mena (chitarra e tres); Maximo (Bajo); Fausto (Trombon).

Pachanga
Carlito, come vedi tu il mondo della salsa in Italia e in Europa, ti piace tutto? Per esempio come consideri il recepimento della musica "Salsa", è un fenomeno solo di ballo o anche c'è spazio per musica e per la buona musica?

Carlito
Per il momento lo considero un fenomeno di ballo già che esiste una barriera, la lingua. Non tutti in Italia dominano lo spagnolo, la direzione è quella del ballo. Poi lo spazio eventualmente lo creano gli artisti, produttori e djs, ci vuole tempo e prodotti validi da presentare al pubblico.

Pachanga
Ti piacerebbe che la tua musica arrivasse anche a Cuba?

Carlito
Certo che si, è la terra dove sono nato, e serve anche per una propria solidificazione personale.

Pachanga
Quali sono i tuoi progetti per il futuro, hai qualche sogno nel cassetto che non hai ancora potuto realizzare e che adesso lo consideri più alla portata?

Carlito
Il progetto che ho è di fare il disco e il mio sogno è di far conoscere la mia musica in tutto il mondo, con il favore di Dio, sto nel cammino.

Pachanga
Bene Carlito, grazie per l'intervista, ti auguro molto successo, vuoi dire qualcosa direttamente al pubblico?

Carlito
Si, continuate ad appoggiarci, i djs, produttori e artisti, con il vostro ballo e presenza... perché siamo gli unici messaggeri in Europa di quella cultura che tanto vi piace. Ti dico grazie a te "Pachanga el Tropical" per il tuo appoggio incondizionato e per permettermi di esprimermi al pubblico attraverso il tuo *angolo* salsero. Grazie di cuore.

_________
Videoclip Bachata di Carlto

home contatti e serate classifica link pachanga dj bio interviste libri


Carlito y El Imperio Cubano