home contatti e serate classifica links pachanga dj bio interviste libri
Timbales
Intervista a Samuel Formell (Los Van Van)
di Paolo "Pachanga"

Pachanga
Pachanga e Samuel Formell
Samuel, con i Van Van siete reduci da una recente tournée negli Usa, cominciata a Portorico. Parlaci un po' di questa tournée, come è andata?

Samuel

Erano già due anni che non facevamo concerti negli Usa e c'era molta aspettativa. Il pubblico, sia i Portoricani, che i Nord Americani, i Cubani, tutti i latini negli Usa, aveva molto desiderio di vedere i Van Van, anche perché il nostro ultimo disco dal vivo ("En el malecon de la Habana") è stato nominato per il Grammy Latino ed è un disco che negli Usa sta andando molto bene. Essendo già 2 anni che non andavamo negli Usa, abbiamo fatto una tournée che è risultata molto forte. Abbiamo cominciato da S. Juan de Portorico, al Centro convenzioni del "Caribe Hilton", completamente pieno di pubblico…

Pachanga

Posso approfittare per chiederti come risponde il pubblico Portoricano alla musica dei Van Van, certamente un pubblico molto particolare?

Samuel

Esattamente, c'è un problema che a Portorico di fatto è un mercato molto difficile perché possa entrare la musica cubana, c'è molta Salsa Portoricana, però Van Van ha già lì un proprio pubblico e non penso che competiamo con la Salsa Portoricana, più che altro lo stile musicale dei Van Van, il Songo, non è mescolato esattamente con la Salsa. C'è influenza con la Salsa, ma anche con il Rock, il Pop, il Guaguanco, la Timba…

Pachanga

Ci stai parlando del Songo, il ritmo che noi conosciamo inventato dai Van Van dagli anni '70, che cosa ci puoi dire per chiarirci le idee qui in Italia, dove c'è l'abitudine di definire "Timba" la Salsa Cubana, come fosse un nuovo genere musicale…

Samuel
Samuel Formell
No… la definizione del Songo è che Formell negli anni '70 rompe con molti schemi originali che c'erano nella musica cubana. Introduce la batteria, il piano elettrico, il basso elettrico e anche la maniera particolare di Changuito di suonare la batteria, la gran cassa, cominciò una mezcla differente, anche con una maggiore presenza del basso… a quello gli si diede il nome di "Songo".
Poi con il tempo, marcando sempre di più dentro la musica cubana, è cominciata a venire fuori la parola "Timba"…

Pachanga

Ma "Timba" è una definizione commerciale di circostanza, per differenziare la Salsa Cubana da quella non Cubana oppure…

Samuel

No, è qualcosa che noi realmente non sappiamo come chiamare per differenziare da quello che si chiama "Salsa", esattamente volevamo avere la nostra musica, che non fosse neanche il Son, quello che si chiama Son è una cosa, la Salsa è un'altra cosa, il Guaguanco è un altro genere e così la Rumba… e insomma volevamo differenziare un po' la musica contemporanea cubana ballabile e abbiamo utilizzato questa parola "Timba", anche perché la mezcla ritmica che utilizziamo anche se s'assomiglia a quella della Salsa, è comunque differente…

Pachanga

Quindi è corretto chiamare "Timba" tutta la musica Salsa Cubana contemporanea ? Dai Van Van a Manolito Simonet, Ng La Banda, Issac Delgado…

Samuel

Esattamente!

Pachanga

Bene stavamo parlando della Tournée, dove altro siete stati a parte Portorico?

Samuel

Abbiamo suonato al Carnagie Hall di New York che era molto pieno di pubblico, poi siamo stati in un bellissimo Festival di Jazz a Washington, Chicago, Tampa, Los Angeles, San Diego, San Francisco, Atlanta ecc. E' stata una tournée molto veloce ma bellissima.

En el Malecon de La HabanaPachanga

Ci puoi dire come mai, a parte l'uscita del disco "En vivo desde el malecon de La Habana", dove compaiono 2 pezzi nuovi fra cui l'ottimo "Tim Pop con Birdland", la precedente produzione risale al '99 con "Llegò Van Van", a cosa si deve questa lentezza nel produrre musica nuova?

Samuel

Van Van, di fatto ha avuto difficoltà gravi dovute a una compagnia discografica nord-americana ("Habana Caliente") con cui avevamo un contratto per 4 produzioni discografiche…

Pachanga
Llego Van Van
"Llegò Van Van" era il primo?

Samuel

Esatto, e fu ritirato dalla vendita appena ha vinto il Grammy… Incredibilmente il disco non è stato distribuito dopo l'attribuzione del Grammy perché la gente della "Fondazione Cubano-Americana" a Miami ha fatto pressioni perché quel disco non fosse distribuito…

Pachanga

Ti riferisci a Emilio Estefan a Miami?

Samuel

Non esattamente a Estefan, altre persone influenti a Miami che gli ha dato fastidio che noi vincessimo un Grammy e sono arrivati a pagare molti soldi alla compagnia discografica, che era nuova e stava cominciando con appena 4 artisti contrattati, affinché il disco venisse ritirato dalla distribuzione, e così è stato, una questione politica… Comunque adesso stiamo uscendo da questa situazione, è stato un percorso molto difficoltoso e lungo, incluso possibili controversie legali… Siamo riusciti a distribuire attraverso la "Universal" questo disco dal vivo, anch'esso nominato per un Grammy Latino, e seppure abbiamo molti brani nuovi, ancora non avevamo potuto registrare un nuovo disco, a causa dello strascico molto lungo della precedente situazione… Adesso le cose si stanno sbloccando e abbiamo già registrato un nuovo disco con la "Universal", stiamo finendo il lavoro e uscirà a settembre prossimo. Nella tournée che stiamo facendo sono inclusi 3 brani nuovi che faranno parte del nuovo disco.

Pachanga

Parlaci del movimento a Cuba della Salsa, della Timba, cosa sta succedendo? E' vero che la Salsa sia un po' in crisi, che i giovanissimi sono sempre di più orientati verso la musica Rap e Hip Hop ? Quali sono le prospettive?

Samuel

No, no… in tutti i paesi del mondo, ogni stile di musica ha la propria generazione, il suo pubblico. Io penso che sia stato molto importante che Juan Formell abbia sempre seguito con attenzione il pubblico, che abbia sempre cercato un'evoluzione. Mai rimanere indietro, per dare sempre nuove cose musicali alle nuove generazioni, ed è anche questo il motivo per cui Los Van Van esistono a un certo livello da tanti anni nella preferenza del pubblico cubano, esattamante dal 4 Dicembre del 1969… Attualmente noi a Cuba siamo fra quelli che riempiamo di più i locali e fra i più seguiti dal pubblico. E' da tre generazioni che Van Van risponde all'aspettativa del pubblico Cubano. Comunque io non penso che ci sia crisi nella musica Cubana, nella Salsa. Piuttosto penso che la cultura, la musica cubana, si é estesa molto per il pubblico, oggi offre molte più opportunità per i differenti tipi di ascoltatori nel pubblico. La Salsa ha sempre molto seguito, ogni volta che ci sono concerti per esempio alla Piazza della Rivoluzione (una piazza molto grande dell'Avana n.d.r.), al Maine (La Piragua n.d.r.), sempre si riempie, veramente non c'è crisi…

Pachanga

Per finire, voi portate la vostra musica in tutto il mondo. Dove ritieni ci sia più accettazione da parte del pubblico, sia per i Van Van che per la salsa cubana in generale?

Samuel
Pubblico Concerto Los Van Van
Realmente credo che l'Italia e la Spagna sono fra i nostri migliori mercati in Europa, se non nel mondo. Credo che agli Italiani piace molto la musica cubana, di fatto ci sono anche molte scuole di ballo e anche di percussione afrocubana. Credo che in Italia siamo in un buon momento culturale per la musica Cubana, gli Italiani progressivamente, a poco a poco capiscono e apprezzano sempre di più la musica Cubana.

Pachanga

Quindi vi sentite sempre meglio in Italia, anche perché molta gente la musica non solo la ascolta, ma anche la balla, e come osservate il pubblico? Cioè come balla la gente qui?

Samuel

A lo cubano!!!

Pachanga

Bene, grazie per l'intervista e buon concerto.

Samuel

Grazie a te

Copyright
descargacubana.com

home contatti e serate classifica links pachanga dj bio interviste libri

Intervista a Samuel Formell dei Van Van