home contatti e serate classifica links pachanga dj bio interviste libri
LATIN JAZZ A CUBA: SEXTO ELEMENTO
"Yo te lo digo" - Envidia 2005
Sexto Elemento Latin Jazz: Yo te lo digo1) El Farol
2) Mr Luis
3) Claridad Obscura
4) Guajira
5) Dos Pablos
6) Closed Enough For Love
7) La Calle De Los Delfines Azules
8) Yo Te Lo Digo
9) Una Noche En Tunissia
10) Descarga Sexto Elemento



Arnaldo Jimenez
Intervista a Arnaldo Jimenez

Direttore musicale del gruppo cubano di Latin Jazz "Sexto Elemento"
di Paolo "Pachanga"

Pachanga
Arnaldo, tu sei uno dei musicisti più attivi fra quelli che stanno producendo attualmente la musica cubana ballabile, però adesso hai attraversato il campo producendo un disco di Latin Jazz, con la discografica Spagnola "Envidia", dal titolo "Yo te lo digo". Un disco suonato da eccellenti musicisti della scena contemporanea cubana, anche della Timba. Vuoi sorprendere, o continua la trdizione?


Arnaldo Jimenez
Continua la tradizione. Lo stereotipo della musica cubanaa come musica da ballo spiega solo una parte della realtà. E' vero che Cuba ha dato molto al mondo nel senso del ballo, gruppi di Mambo e Cha-cha-chà negli anni 50, Son Salsa e Timba negli anni più recenti, però è solo una parte della storia. Il Jazz a Cuba si è sempre suonato, e a suonarlo quasi sempre sono stati musicisti che allo stesso tempo erano e sono distaccate autorità della scena del ballabile. E' sufficiente pensare, andando indietro negli anni, che una delle figure più importanti del Jazz negli Mario BauzaUsa era un cubano, si chiamava Mario Bauzà, e negli anni '30 emigrò in Nord America acquisendo subito ruoli importanti nel campo del Jazz. Lui dirigeva l'orchestra di Chick Webb. Suonò con Don Redman, con Cab Colloway... Lui non solo suonava e dirigeva il Jazz anche nella sua terra nativa, ma si deve a lui l'ingressoDizzie Gillespie nel Jazz di imortanti artisti che poi ne hanno fatto la storia, ad esempio Ella Fitzgerald o Dizzie Gillespie, e soprattutto si deve a lui l'ingresso nel Jazz della percussione afro-cubana, quando anni più avanti convinse lo stesso Dizzie Gillespie a includere nel Jazz Chano Pozo con le sue Congas. Da quel momento in avanti, quella corrente Be-bop del Jazz cominciò a chiamarsi Cubop e dopo si cominciò a chiamarlo Jazz latino o Latin Chano PozoJazz come dicono quelli di lingua anglofona.
Il Latin Jazz si da quando sia incorporata almeno una conga con il suo tipico tumbao, una forma ritmica essenzialmente cubana. Questa è la tradizione, una linea che dopo a Cuba si è sviluppata di epoca in epoca fino ad arrivare ai nostri giorni, e senza nominarli tutti, è sufficiente pensare alla figura di Chucho Valdes e Irakere, una realtà musicale che non è solo locale cubana, ma riconosciuta a livello universale come una delle espressioni più avanzate di questo genere che chiamiamo Jazz Latino.
Quindi si Pachanga, continua una tradizione cubana che non è solo di ballabile, ogni tanto ci riuniamo per suonare Jazz, per divertirci e fare Descarga (Jam Session), e tu sai che anche negli anni '50 a Cuba Israel Lopez "Cachao"c'erano las descargas. Ti ricordi di Israel lopez "Cachao", il mio collega bassista quando riuniva tutta la crema della musica cubana ballabile producendo quelle descargas che hanno marcato un'epoca, adesso è lo stesso, è un peccato che non tutto si stia registrando, a volte i musicisti s'incontrano anche per caso in un Club e si da la descarga. Se uno frequenta il nostro paese lo sa, c'è un circuito per descargar, per noi la musica è una realtà viva, suonare è una necessità imprescindibile, il prodotto discografico è necessario e importante, però qui prima di tutto si suona, e suoniamo anche Jazz Latino...

Pachanga
Grazie Arnaldo per ricordare tutti questi antecedenti. Fra gli altri hai nominato Chucho Valdes e Irakere comeChucho Valdes uno dei riferimenti più importanti di questo genere musicale, il Jazz Latino. Per te cosa ha significato Irakere?

Arnaldo Jimenez
A Cuba molti di noi ci ispiriamo a irakere che fu il progetto più rivoluzionario della musica cubana, qualcosa di meraviglioso, pieno di virtuosismo. Io sono cresciuto a Irakere*pane e Irakere*... inoltre Carlos del Puerto che era il bassista, è stato anche uno dei musicisti che mi hanno fatto da guida nello studio dello strumento, il Basso. Io mi sento molto orgoglioso di poter rivendicare alla storia musicale del nostro paese l'esperienza di Irakere, una realtà musicale dove tutti noi che suoniamo, in una maniera o nell'altra, abbiamo appreso molte cose a livello musicale, inoltre l'incanto per la bellezza della loro musica, non c'è da dire tanto su questo, da obiettare, se uno ha cuore e sentimento e almeno un po' di conoscenza sulla musica, Irakere è sicuramente una delle tappe più importanti di tutta la storia del jazz latino, non solo a Cuba, ma a livello universale.

Pachanga
Sei cresciuto a *pane e Irakere*, è quello l'ambiente musicale dove anche ti sei formato come musicista nel tuo strumento, il Basso?

Carlos del PuertoArnaldo Jimenez
Bene, stiamo parlando di Jazz latino, però come si sa a Cuba la musica ha vari generi. Uno dei bassisti che io ho come referenza è Sabino Peñalver del glorioso "Conjunto Chappotin y sus Estrellas". Rimanendo sempre nella trdizione del mio paese, voglio menzionare anche Silvio Vergara, il bassista dell'Orchestra Aragon, e chiaro, anche Carlos del Puerto di cui abbiamo già detto.

Pachanga
Hai anche referenze che non siano cubane?Baby Bass: Arnaldo Jimenez

Miles DavisArnaldo Jimenez
Certo, io ho sempre ascoltato musica di tutti i tipi, però il Jazz mi ha incantato sempre. Fra le mie referenze mi affascina Chick Corea, Harbie Hancock, Weather Report, Yellow Jackets, Michel Camilo, Petrucciani, Miles Davis...


Pachanga

E fra i bassisti non cubani?

Charlie MingusArnaldo Jimenez
Bene, ho sicuramente amato molto Charlie Mingus e Jaco Pastorius, mi sonoJaco Pastorius sempre piaciuti Eddie Gomez, il tecnicamente super impressionante Alain Caron e l'ex bassista di Chick Corea che si chiama Bunny Brunel, mi piace anche Stanley Clarke.

Pachanga
Bene, parlando di "Sexto Elemento", che cosa ci vuoi dire dei musicisti che ne fanno parte?

Arnaldo Jimenez
Che sono tutti super bravi, ognuno nel suo strumento. Ti faccio i nomi:
bene al Basso io stesso, Arnaldo Jimenez de "Arnaldo y la Cosmopolita", compositore, arrangiatore e produttore musicale di vari gruppi della scena musicale cubana attuale, ex bassista di Issac delgado e Paulito Fg fra gli altri;
ai Timbales, Samuel Formell, l'attuale batterista/timbalero del gruppo Los Van Van;
al Piano, Boris Luna, ex di Issac delgado, attualmente tastierista dei Van Van;
al Flauto, Jorge Leliebre, anche lui integrante di Los Van Van;
alle trombe, Frank Padron, ex integrante di Opus 13 e del gruppo di Paulito FG, adesso suona con Pancho Amat y el Cabildo del Son, poi c'é Jesus Chappotin, proveniente da buonissima tradizione, è il nipote del leggendario Felix Chappotin;
alla Conga, Denis "Papacho" Savon, integrante del gruppo di Issac Delgado;
al Guiro, Carlos Amores, integrante della "Justicia", il gruppo di Pedro Calvo;
al Coro ci sono cantanti di orchestre importanti, José Luson Jr. del Conjunto Chappotin, Barbaro Lopez della Gloria matancera, Ciso Guanche ex integrante del gruppo di Adalberto Alvarez.

Pachanga
Come è stata possibile per un disco di Jazz Latino, una riunione di musicisti con esperienze così diverse?

Arnaldo Jimenez
Prima di tutto perché siamo amici, una volta o l'altra avevamo già suonato insieme in diversi gruppi musicali. Volevamo riunirci per suonare Latin Jazz come fosse una necessità, anche nel senso *vediamo se lo facciamo bene*... e a me pare che si è fatto bene... inoltre a tutti noi piace il Jazz latino, descargar. Abbiamo approfittato di questa buona opportunità che ci ha dato "Envidia", una discografica Spagnola che sta facendo molto per la divulgazione della musica che si suona oggi a Cuba, e noi appunto suoniamo anche Jazz Latino.

Pachanga
Parlami dei temi musicali del disco, ce n'é qualcuno che tu preferisci?

Arnaldo Jimenez
Sono 10 temi, ognuno ha un motivo d'ispirazione particolare. Alcuni sono versioni di Standards del Jazz come "Una noche in Tunisia" (A Night in Tunisia) di Dizzie Gillespie, poi "Close enough for Love" e "On green dolphin street". Per "El Farol" mi sono ispirato a un simpatico incidente d'auto che ha avuto Samuel Formell nel primo giorno che ci riunimmo per registrare il disco, quando distrusse il faro di una macchina con cui ha sbattuto, un tema che ho composto e arrangiato io stesso in quel momento.. Per "Mr. Luis" mi sono basato nella personalità ferrea e un po' agitata di Luis Dominguez, il produttore esecutivo della nostra casa discografica. "Claridad oscura" l'ho dedicato a tutte quelle persone che in mezzo a una tormenta sono capaci de vedere angeli, è il tema di cui ho più fede nel disco, inoltre i soli di tutti i musicisti a me paiono interessanti. "Guajira" è un tema di tradizione cubana che mai può mancare in un disco, è una composizione di di Dominguez/Uriarte, il genere è Guaira/Montuno. "Yo te lo digo" che da il titolo al disco è una forma, un modo di mostrare le mie inquetudini musicali facendo fusion fra il sabor cubano e le eccellenze del Jazz, creando così il nostro Jazz latino. "Dos Pablos" è un tema composto da un musicista Canadese, Denis Christianson, che da quando lo ascoltai la prima volta m'incantò per la sua semplicità e al quale abbiamo apportato la nostra forza con i tumbao e descargas. "Descarga Sexto Elemento" è il riassunto di un lavoro musicale le cui pretese e il risultato sono di un disco che risulti ascoltabile per il pubblico e perché no ballabile, e anche che mostra il livello tecnico degli integranti del gruppo che lo hanno registrato, senza per questo saturare l'orecchio dell'ascoltatore.

Pachanga
Bene Arnaldo, grazie per l'intervista. Io ho ascoltato il disco ed effettivamente mi è piaciuto. Vuoi dire qualcosa in più al pubblico?

Arnaldo Jimenez
Per me è un piacere. Si, voglio dire che il pubblico s'interessi alla musica cubana, magari non è facile trovare i dischi, però noi stiamo suonando una musica molto variata, dal Son al Jazz, e la stiamo registrando. Noi la suoniamo al nostro modo, e anche nel Jazz abbiamo una tradizione. Abbiamo cose che fanno parte della storia universale del Jazz, in particolare del Jazz Latino, che si chiama così dal giorno che s'introdusse la nostra ritmica cubana dentro la musica Jazz americana. Il Jazz è Latino quando nella ritmica si da il tipico tumbao con la Conga, ha cominciato Dizzie Gillespie con Chano Pozo e molta strada si è fatta da quei tempi. La Zorra y el CuervoSe si vuole ascoltare un buon Jazz e una buona Descarga io consiglio "Sexto Elemento"... E quando si visita Cuba, ci sono vari locali dedicati a questo genere, si può cominciare per la Calle 23 ("La Rampa" n.d.r.) all'Avana dove c'é "La Zorra y el Cuervo", e se in quel locale non si trova Sexto Elemento si può incontrare Oscar Valdes (ex cantante/percussionista di Irakere) con il suo gruppo "Diakara" oppure Bellita Exposito, solo per menzionare alcuni...

28/12/2005

Copyright (Tutti i diritti riservati)
descargacubana.com

home contatti e serate classifica links pachanga dj bio interviste libri


Latin Jazz a Cuba: Arnaldo Jimenez y Sexto Elemento